A Fiumicino al via raccolta rifiuti galleggianti sul Tevere -2-

Bet

Roma, 24 ott. (askanews) - "Tutti i fiumi sono importanti, ma poter dire al mondo che sul Tevere c'è una strategia di questo tipo è notizia di carattere internazionale. Questo è il fiume di Roma, dove è nata la civiltà" ha sottolineato il governatore Zingaretti, a bordo di una imbarcazione che ha consentito ai cronisti di poter visionare il sistema di barriere posizionato sul fiume. E a spiegare che "fine" farà il materiale recuperato dal fiume è stato il presidente di Corepla, Antonello Ciotti. I rifiuti di plastica verranno avviati al riciclo e prenderanno nuova vita, panchine e spartitraffico, per esempio, da donare al Comune di Fiumicino. In meno di una settimana hanno già raccolto circa 4 metri cubi di spazzatura, e il sistema - ha spiegato Ciotti - è già stato sperimentato sul Po, dopo gli esiti di una ricerca che ha rilevato che l'80 per cento dei rifiuti che arrivano al mare provengono da 10 fiumi, tutti extraeuropei. "Siamo la Regione che ha investito sull'efficientamento energetico, che ha dato il via alla piantumazione di 6 milioni di alberi, grazie ai pescherecci - ha aggiunto Zingaretti - abbiamo già raccolto 15 tonnellate di plastica perché il riuso è uno dei pilastri della nostra strategia. Così mettiamo una pietra miliare per la salvaguardia del fiume e del mare. Spero infine che vedere queste immagini spinga tutti a comportamenti più corretti: basterebbe più civiltà per restringere la catena e mandare a riuso e riciclo il materiale direttamente" ha detto il governatore. Presenti all'evento il sindaco di Fiumicino Esterino Montino, Cristiana Avenali, responsabile Piccoli Comuni e Contratti di fiume della Regione Lazio, Capitano di Vascello Vincenzo Leone, Direttore marittimo del Lazio e Capitano di Vascello Antonio D'Amore, comandante della Capitaneria di Porto Roma Fiumicino, e Lorenzo Barone, Castalia Operations Srl.