Flash mob a Roma per le persone con disabilità

Roma, (askanews) - Un flash mob per attirare l'attenzione della politica. In occasione della "Giornata internazionale delle persone con disabilità" Disability Pride e Associazione Luca Coscioni hanno organizzato, a Castel Sant'Angelo a Roma, un flash mob con l'obiettivo di sensibilizzare la società sulle tematiche relative alle persone che vivono in condizioni di disabilità ed esortare le Istituzioni ad applicare le normative già esistenti, sviluppare politiche inclusive, promuovere e sostenere iniziative di carattere socioculturale tese al rispetto dei diritti delle persone con disabilità, affinché si giunga al miglioramento delle condizioni di vita di tutti.

Dieci le richieste alla politica:

- Vita Indipendente - Livelli uniformi su tutto il territorio nazionale di assistenza socio-economica che permettano l'autodeterminazione della propria vita.

- Emergenza abitativa - Provvedimenti urgenti per le persone con disabilità in difficoltà alloggiativa.

- Assistenza protesica per tutti - aggiornamento dei livelli essenziali del Nomenclatore tariffario degli ausili e protesi.

- Tutele per i caregiver - riconoscimento, tutela e sostegno della figura dell'assistente familiare.

- Città accessibili - Immediata adozione dei PEBA (piani di abbattimento delle barriere architettoniche) da parte di tutti i comuni d'Italia.

- Accessibilità alla Pubblica Amministrazione - Completa accessibilità tramite web a tutti i servizi della P.A. ed adozione della firma digitale.

- Accessibilità trasporti - immediate disposizioni per assicurare l'effettiva accessibilità ai mezzi di trasporto per ogni tipo di disabilità, dagli autobus agli aerei.

- Accesso ai servizi di tutela e sicurezza - con particolare riferimento alle persone sorde.

- Inserimento lavorativo - Sostegno al progetto pilota di tirocini di laureandi e laureati con disabilità.

- Sport per tutti - Completa accessibilità a tutte le strutture sportive.

- Amore, affetti e sessualità - Istituzione della figura professionale dell'Operatore all'affettività, emotività e sessualità.

- Più fondi per la ricerca - Incremento dei fondi destinati alla ricerca scientifica e migliori procedure di monitoraggio di quanto assegnato.