In Florida appello a ridurre il consumo per potabilizzare di meno e inviare di più agli ospedali

·2 minuto per la lettura
La Florida è nel pieno di un'ondata di contagi covid
La Florida è nel pieno di un'ondata di contagi covid

Orlando, tagli all’acqua per carenza di ossigeno liquido: il prezioso elemento serve ai pazienti covid e non può essere più usato per il trattamento di scorte idriche di eccedenza. Accade anche questo nella martoriata Florida che nell’ultimo mese si è caratterizzata come “epicentro” dell’ondata di casi covid innescata negli Stati Uniti dalla Variante Delta. Accade cioè che l’ossigeno liquido usato per trattare l’acqua venga deviato negli ospedali per i pazienti covid. Come sta accadendo in queste ore ad Orlando, città turistica per eccellenza in cui le autorità temono che se il consumo di acqua non cambia, il trattamento dell’acqua potrebbe raggiungere un punto critico in una settimana.

Meno acqua per carenza di ossigeno liquido, il drammatico bivio della Florida

In buona sostanza molte città della Florida, Orlando in testa, sono ad un bivio: o usare l’ossigeno liquido per trattare l’acqua che da quelle parti è per lo più salmastra e potabilizzata con specifiche procedure o indirizzare quell’elemento verso un utilizzo più urgente: tenere in vita i cittadini affetti da covid severo e necessitanti di ausilio nella respirazione. Negli ospedali infatti il consumo è aumentato in maniera esponenziale e la Orlando Utilities Commission si aspetta di ricevere solo la metà dell’ossigeno liquido nelle prossime settimane.

O acqua da bere oppure ossigeno liquido per curare: la carenza che mette in ginocchio la Florida

La situazione della Florida è seria: i casi sono in aumento e dall’area di Miami e delle vicina municipalità di Sout Beach e Miami Beach migliaia di cittadini non vaccinati raggiungono gli altri spot turistici dello stato e incrementano la catena di contagio. Proprio sulla scorta di questo allarme il sindaco di Orlando Buddy Dyer ha lanciato un appello per ridurre l’utilizzo di acqua in casa: “Nei nostri ospedali continuano ad arrivare pazienti non vaccinati e in condizioni critiche”.

Carenza di ossigeno liquido, l’appello sull’acqua del sindaco di Orlando

E ancora: “Molti di questi pazienti richiedono ossigeno liquido. Per questo le forniture d’acqua saranno ridotte in tutta la città”. Ha proseguito poi Dyer: “La domanda di ossigeno liquido è estremamente alta in questo momento: la priorità è utilizzarlo per salvare vite umane e per curare pazienti in condizioni critiche. Se l’uso non diminuisce – è stata la chiosa secca del primo cittadino – la qualità dell’acqua potrebbe risentirne”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli