Florida, pitone ingoia un pasto "ingombrante"

alligatore
alligatore

Un pitone birmano ha ingoiato interamente un alligatore lungo 1.50 metri. Gli scienziati hanno trovato il giantesco animale (oramai morto) dopo aver aperto il corpo del serpente. L’episodio è avvenuto in Florida. Il video del ritrovamente è stato condiviso su Instagram dalla geoscienziata Rosie Moore. Il pitone era stato consegnato presso il laboratorio dove lavora la dottoressa Moore, per una necroscopia.

L’obiettivo era raccogliere dati sulla dieta di questo tipo di animali. Una buona occasione dato che il pitone aveva lo stomaco sporgente. Il filmato mostra gli scienziati tastare il corpo del serpente per poi tagliarlo e scoprire infine, sotto uno strato di tessuto, il corpo del povero alligatore. Gli scienziati hanno fatto scivolare l’alligatore fuori simulando quasi l’atto di una nascita.

Florida, pitone ingoia alligatore: la pericolosità dei rettili invasivi

Nel filmato è possibile vedere le immagini forti dell’estrazione dell’alligatore dall’apparato digerente del pitone lungo oltre cinque metri. Sono stati i dipendenti del Parco Nazionale delle Everglades a trovare e a uccidere l’animale. I rettili invasivi sono molto pericolosi, in quanto invadono e devastano un determinato ecosistema, cibandosi inoltre delle specie autoctone.

Moore: “Queste specie sono una minaccia”

A ribadire la pericolosità di questi rettili invasivi è stata Rosie Moore tramite una didascalia a corredo del video. La geoscienziata ha spiegato che questi animali hanno invaso zone “ecologicamente sensibili” come lo stesso Parco Nazionale delle Everglades”. Di conseguenza, tale fenomeno rappresenta “una minaccia per una varietà di animali selvatici, a causa delle ampie preferenze dietetiche dei pitoni”.