Floyd, Cina: Usa adottino misure concrete contro discriminazione

Coa

Roma, 3 giu. (askanews) - Mentre negli Stati Uniti infuriano le proteste per la morte del cittadino afroamericano George Floyd durante il suo arresto a Minneapolis, la Cina ha auspicato oggi che Washington adotti misure "concrete" contro al discriminazione razziale. "Speriamo che il governo degli Stati Uniti adotti misure concrete per adempiere ai propri obblighi, nel rispetto della convenzione internazionale sull'eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale e sulla protezione dei diritti legali delle minoranze", ha detto oggi il portavoce del ministero cinese degli Affari Esteri Zhao Lijian, commentando le notizie in arrivo dagli Stati Uniti.

La Cina, ha insistito il portavoce durante un briefing con la stampa, "si oppone sempre alla discriminazione razziale".

Tradizionalmente, ricorda oggi la Cnn, Pechino descrive il razzismo come un problema occidentale. Ma la stessa Cina è stata oggetto di pesanti critiche nelle ultime settimane per il suo trattamento nei confronti dei cittadini africani sul suo territorio.(Segue)