Floyd, proteste a New York: 90 arresti

webinfo@adnkronos.com

Almeno 90 persone sono state arrestate nella notte a New York nelle nuove proteste per la morte di George Floyd. Il capo del dipartimento della polizia della città, Terrance Monahan, ha riferito che la situazione ieri sera è stata relativamente tranquilla e che non si sono registrati saccheggi. La notte precedente gli arresti erano stati 280. 

A New Orleans, in Louisiana, la polizia è ricorsa ai lacrimogeni per disperdere i manifestanti accusati di non aver rispettato "l'ordine di non tentare di attraversare la Crescent City Connection", il ponte sul Mississippi. "Escalation e confronto fanno male a tutti noi", si legge in un tweet del New Orleans Police Department (Nopd). La polizia di Atlanta, in Georgia, ha invece confermato l'arresto di 43 persone fermate durante le proteste, che qui sono comunque state per lo più pacifiche dopo giorni di tensione alle stelle e violenze.  

Nella contea di San Diego, in California, sono almeno 200 le unità della Guardia nazionale mobilitate su richiesta dello sceriffo Bill Gore. "Sosterranno le forze di sicurezza locali per evitare atti di vandalismo - si legge in un tweet del Dipartimento dello sceriffo della contea di San Diego - Contribuiranno a proteggere le nostre comunità garantendo al contempo il diritto di tutti a protestare". 

"Lavoreranno - spiega un altro tweet - al fianco delle forze dell'ordine per garantire, durante le proteste, la sicurezza di infrastrutture cruciali (edifici pubblici, tribunali, reti elettriche..) per evitare saccheggi e incendi".