**Fmi: con guerra condizioni finanziarie più rigide, aumentati rischi al ribasso**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 apr. – (Adnkronos) – "Le condizioni finanziarie globali si sono notevolmente inasprite e i rischi al ribasso per le prospettive economiche sono aumentati a seguito dell'invasione russa dell'Ucraina". Lo scrive il Fondo Monetario Internazionale nel Global Financial Stability Report ricordando come questo processo "è avvenuto nel contesto di una pandemia e della conseguente ripresa dell'economia globale "

L'Fmi osserva come "i rischi per la stabilità finanziaria sono aumentati" in molti ambiti "sebbene finora non si sia materializzato alcun evento sistemico globale che abbia colpito le istituzioni finanziarie o i mercati". Resta per le banche centrali la difficile ricerca di un equilibrio nelle scelte di politica economica visto che "il forte aumento dei prezzi delle materie prime ha esacerbato la pressione inflazionistica preesistente".

Sul fronte finanziario "le ripercussioni della guerra continuano a diffondersi a livello globale e metteranno alla prova la resilienza del sistema attraverso vari canali, comprese le esposizioni dirette e indirette di banche, intermediari finanziari non bancari e imprese; perturbazioni del mercato (anche nei mercati delle materie prime) e aumento del rischio di controparte; accelerazione delle criptovalute nei mercati emergenti; e possibili cyber-attacchi". Fuori dallo scenario 'bellico' il Fondo segnala come "in Cina, le vulnerabilità finanziarie rimangono elevate" a causa dei problemi del settore immobiliare e dei nuovi focolai di COVID-19.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli