Fmi: finanza tiene ma prepararsi anche a rischi correzione mercati

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 gen. (askanews) - La crisi pandemica non ha innescato una crisi finanziaria e "bisogna evitare che questo accada" avverte il Fondo monetario internazionale in un aggiornamento del suo rapporto sulla stabilità finanziaria globale. Ad oggi i rischi sul settore finanziario appaiono sotto controllo ma bisogna intervenire sulle vulnerabilità, perché la prevista prolungata durata di misure di supporto e dei sostegni monetari, combinata con aumenti dei prezzi e un atteggiamento di "autocompiacimento" degli investitori potrebbe portare a bruschi risvegli: "I policy maker devono prepararsi anche al rischio di una correzione dei mercati".

Potrebbe verificarsi "se all'improvviso gli investitori dovessero rivalutare le loro attese" sulle prospettive delle politiche. Inoltre "le valutazioni degli asset appaiono tirate in vari segmenti", aggiunge l'istituzione di Washington.

"Fino a quando i vaccini non saranno ampiamente diffusi, mercati e ripresa economica resteranno legati al continuo sostegno di politica monetaria e di Bilancio. E una distribuzione iniqua dei dei vaccini - rileva il Fmi - potrebbe esacerbare le vulnerabilità finanziarie, specialmente nelle economie di frontiera".