Fmi: forte taglio a stima Pil Italia 2022, ora è a +2,3%

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 apr. – (Adnkronos) – Il difficile scenario internazionale – dalla guerra in Ucraina alla corsa dell'inflazione – costringe il Fondo Monetario Internazionale a un forte taglio delle stime per il 2022 del Pil italiano: dopo una prima revisione a gennaio, ora nel World Economic Outlook appena diffuso l'Fmi abbassa da +3,8% a +2,3% la previsione della crescita della nostra economia quest'anno. Il taglio è ancora più pesante se si considera la stima di crescita di 4,2% formulata dall'Fmi a ottobre 2021. Ritocco al ribasso (-0,5 punti) anche per il Pil del prossimo anno, ora stimato a +1,7% mentre a fine ciclo nel 2027 la previsione è di un modesto +0,5%. Rivisto al rialzo invece l'andamento dell'Italia nel 2021, con un rimbalzo post-covid valutato a +6,6% (la prima stima era di +6,2%) dopo il -9% messo a segno nel 2020.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli