**Fmi: per Italia deficit 2021 all'11,8%, debito al 159,9%**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 giu. -(Adnkronos) – Dopo la voragine del -9,5% di disavanzo registrata nel 2020, causa crisi covid, quest'anno il deficit dei conti pubblici italiani dovrebbe ancora peggiorare toccando l'11,8% del Pil per poi dimezzarsi nel 2022 al 6,0%. Sono le nuove pesanti stime formulate dal Fondo Monetario Internazionale nel rapporto periodico sull'Italia in cui, proprio per l'andamento dei conti pubblici fissa per quest'anno un picco nel debito pubblico che dovrebbe salire al 159,9% del Pil (era al 155,6% nel 2020 e al 134,6% nel 2019). Grazie alla ripresa in atto, l'indebitamento dovrebbe scendere marginalmente al 157,9% il prossimo anno, è la previsione degli analisti di Washington che – fra gli altri parametri della nostra economia – vedono nel biennio 2021-22 una inflazione in rialzo rispettivamente allo 0,8 e 1,0% mentre la disoccupazione salirebbe dal 9,3% dello scorso anno (condizionato dagli interventi 'pandemici') al 10,3% nel 2021 fino all'11,6% nel 2022.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli