**Fmi: rialza al 4,3% crescita Italia 2021, rischio danni duraturi per covid**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 giu. – (Adnkronos) – Nel 2021 il Pil dovrebbe rimbalzare di circa il 4,3% mentre nei prossimi anni l'aumento della spesa per investimenti dovrebbe mantenere la crescita ben al di sopra" del trend registrato negli anni pre-pandemia. E' la stima del Fondo Monetario Internazionale nel rapporto periodico sull'Italia nel quale – pur rialzando di 0,1 punti la previsione sul pil rispetto all'ultima previsione del World Eocnomic Outlook – ammonisce come "tuttavia, i danni economici a lungo termine potrebbero essere considerevoli". Il Fondo rialza anche al 4% (dal precedente 3,6%) la stima del Pil italiano nel 2022 ma osserva come l'andamento effettivo della ripresa della nostra economia – si segnala – dipendono "dalla velocità con cui il virus verrà sconfitto e, nel lungo termine, dal mantenimento di condizioni finanziarie favorevoli, da una adeguata attuazione del Pnrr e dal mantenimento dello slancio politico verso le riforme strutturali". Se invece dovessero "materializzarsi i rischi a lungo termine" ciò, osserva l'Fmi, potrebbe aggravare l'andamento di un debito pubblico che è già "molto vulnerabile".