Fnomceo: quattro aggressioni al giorno solo nella sanità pubblica -2-

Cro-Mpd

Roma, 1 feb. (askanews) - Sono invece 1850, secondo l'elaborazione di Della Porta, le aggressioni denunciate all'Inail e avvenute nel 2019 contro operatori sanitari e sociali. Il 71% delle vittime è donna. 7400, infine, il numero complessivo degli infortuni codificati come aggressioni, prendendo in considerazione tutte le categorie professionali e tutte le modalità. Il 57% sono avvenite per mano di aggressori esterni all'ambiente di lavoro, il 13% ad opera di colleghi o datori di lavoro, e il 30% da parte di animali. È questo il dato di partenza dal quale sono state ricavate le stime per la Sanità.

"In questa battaglia saremo sempre al vostro fianco - ha concluso il Segretario nazionale di Cittadinanzattiva, Antonio Gaudioso, che ha ricordato le criticità del Servizio sanitario nazionale, dalle liste d'attesa alla mancata applicazione, a dieci anni dalla sua emanazione, della normativa sulle cure palliative -. Saremo sempre insieme a voi per combattere la violenza, rafforzare l'alleanza terapeutica e sostenere il Servizio sanitario nazionale".