Focolaio in una scuola a Bologna, si ipotizza per prof no-vax

·1 minuto per la lettura
(Photo: LUIS ROBAYO via AFP via Getty Images)
(Photo: LUIS ROBAYO via AFP via Getty Images)

Circa 300 studenti dell’istituto secondario di secondo grado Farini di Bologna sono costretti alla didattica a distanza dopo che nella scuola sono emersi una decina di casi di Covid. In totale sono coinvolte 12 classi: secondo quanto emerso, il contagio potrebbe essere partito da un’insegnante non vaccinata ma regolarmente in servizio col green pass ottenuto da tamponi.

La professoressa potrebbe aver così contagiato alcuni colleghi, in questo caso vaccinati, e alcuni studenti. Nessuno degli infettati avrebbe subito sintomi importanti.

L’Ausl locale ha definito la situazione “sotto controllo” e si attende a breve l’esecuzione dei primi tamponi per i ragazzi vaccinati che potranno così tornare in classe.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli