FOCUS - Londra, settore finanza incoraggia ritorno in ufficio con pasti gratis, eventi social

·4 minuto per la lettura
Diversi impiegati attraversano il London Bridge per raggiungere il distretto finanziario della City of London

di Lawrence White e Iain Withers e Rachel Armstrong

LONDRA (Reuters) - Nel mondo della finanza, non esistono pasti gratis, tranne quando le banche tentano di far tornare i loro impiegati in ufficio.

Il settore finanziario londinese, desideroso di tornare a un'apparente normalità dopo i momenti più critici della pandemia, è il primo a incoraggiare i dipendenti a ritornare alle loro vecchie vite, con alcune aziende disposte a offrire pasti gratuiti ed eventi sociali.

Il metodo sembra essere efficace; l'operatore dei trasporti di Londra ha rivelato questa settimana di aver visto il maggior traffico giornaliero dall'apice della pandemia a marzo 2020, con i lavoratori che hanno riempito i treni, precedentemente deserti, diretti verso i due distretti finanziari della città, la City e Canary Wharf.

Canary Wharf Group, che gestisce il distretto omonimo, ha comunicato a sua volta di aver visto picchi di attività dallo scorso marzo. I dipendenti degli uffici hanno affollato le piazze del distretto, mentre quelli della City si sono riversati sul London Bridge, godendo del sole di settembre sul Tower Bridge.

"Sembra che gli uffici londinesi dopo le vacanze estive dovrebbero iniziare a tornare alla normalità a settembre e a ottobre", ha detto Ian Williams, che lavora all'investment bank Peel Hunt e che è tornato questa settimana nel suo ufficio nella City, per la prima volta.

Anche Standard Chartered ha comunicato che circa il 33% del personale è tornato questa settimana negli uffici del gruppo, in rialzo dal 20% visto la scorsa settimana e dalle poche dozzine presenti durante i lockdown di quest'anno e del 2020.

La banca è tra le aziende intenzionate a offrire premi creativi ai dipendenti tornati in ufficio, offrendo pasti gratuiti in questo caso.

Invece Goldman Sachs, il cui Ceo ha definito il lavoro in remoto come una "aberrazione", intende offrire ai dipendenti una dolce tentazione: un gelato gratis.

Il gruppo conta circa 3.000 dipendenti questa settimana negli uffici di Plumtree Court, nella City londinese. Si tratta di quasi il 50% della capacità dell'ufficio e un numero sei volte superiore dall'apice della pandemia, quando la banca operava con solo 400-500 presenti al giorno, ha aggiunto.

Il numero di dipendenti in presenza presso la sede centrale di Hsbc a Canary Wharf è aumentato questa settimana a 1.800 persone su un massimo di 3.500, rispetto alla recente media di 1.000-1.500 dipendenti, ha riferito la banca a Reuters, prevedendo il ritorno di altri colleghi nelle prossime settimane.

Tuttavia non ci sono pasti gratuiti in questo caso.

Ian Stuart, Ceo della divisione britannica di Hsbc, ha detto che la banca non ha dato la priorità all'offerta di incentivi e pasti gratuiti, riconoscendo che circa 10.000 dipendenti nelle filiali del gruppo hanno continuato a presentarsi costantemente in ufficio, nonostante la pandemia e senza simili ricompense.

"Stiamo cercando di comunicare molto efficacemente che gli uffici sono sicuri, il primo ostacolo è convincere le persone a tornare e provare, e sempre più dipendenti lo stanno facendo", ha affermato.

'SI TORNA AD ESSERE SCHIACCIATI IN TRENO'

Un simile afflusso negli uffici si sta registrando negli Stati Uniti, anche se con più cautela a causa dei timori per la diffusione della variante Delta del coronavirus. A partire dal 13 settembre, Citigroup prevede il ritorno del personale a New York e in altre grandi città due giorni la settimana, ammesso che i dipendenti siano vaccinati.

I manager senior sono alle prese con il difficile compito di incoraggiare i dipendenti a tornare in un contesto in cui i contagi di Covid-19 continuano a salire in Gran Bretagna e i treni pendolari e le metropolitane sono soggette alle elevate temperature quasi record per il mese di settembre.

"È un po' folle, improvvisamente siamo tornati a essere schiacciati in treno e non tutti indossano una mascherina", ha detto Rob, impiegato in una società finanziaria, parlando con un giornalista Reuters su un treno verso il distretto della City londinese.

"Ero stufo di stare seduto a casa, onestamente".

I manager delle investment bank sono stati tra i più espliciti nell'esprimere la necessità del ritorno in ufficio del personale.

La speranza è che il desiderio di tornare in ufficio dopo un anno e mezzo a casa, oltre alla possibilità di socializzare con i manager senior per ottenere una promozione in futuro, sarà più forte dei timori sanitari, in particolare per i lavoratori più giovani della City.

JPMorgan ha rilevato circa il 35% del personale negli uffici di Canary Wharf questa settimana, la più alta proporzione dal primo lockdown in Gran Bretagna, e prevede il ritorno di più dipendenti.

Altre aziende sono in una simile posizione, tra cui la banca retail NatWest, che prevede un ritorno graduale a partire dalla prossima settimana, con una capacità del 50% negli uffici inglesi e scozzesi.

La compagnia assicurativa Phoenix Group ha adottato un'altra curiosa strategia per aiutare i dipendenti a tornare in ufficio, anche nella City londinese.

L'azienda ha organizzato questa settimana "eventi sociali sicuri", offrendo ai dipendenti snack e bevande gratis, oltre a cordini colorati per mostrare il loro livello di disponibilità a interagire con i colleghi - da "manteniamo le distanze" a "possiamo darci il cinque".

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli