Foggia, sequestrato 1 milione di litri di vino con falsa Igp

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 lug. (askanews) - Gli ispettori del Controllo Qualità e Repressione Frodi Bari e militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia hanno sequestrato un milione di litri di vino comune venduto con etichette riportanti false indicazioni di origini protette IGP. Otto persone sono state denunciate alla procura di Foggia per frode in commercio.

"Serve tolleranza zero sulle frodi che mettono a rischio lo sviluppo di un settore che è cresciuto puntando su un grande percorso di valorizzazione qualitativa che ha portato il vino pugliese a raggiungere il record storico di produzione di 11 milioni di ettolitri circa di vino prodotti, al primo posto nella classifica delle regioni più produttive e di crescita in valore dell'export, aumentato del 67% negli ultimi 5 anni". Commenta in una nota Coldiretti Puglia che plaude all'operazione degli Ispettori del Controllo Qualità e Repressione Frodi (ICQRF) di Bari e militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Foggia.

"L'agroalimentare di qualità subisce gli attacchi continui di falsari che attraverso pratiche commerciali scorrette falsano la sana concorrenza sui mercati nazionali e internazionali, ingannano i consumatori e creano un mercato parallelo di falsi made in Puglia che vale centinaia di milioni di euro", denuncia Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

La commercializzazione fraudolenta di falsi vini a denominazione è una delle frodi più ricorrenti nel settore del vino, assieme alla sofisticazione tramite aggiunta di acqua o zucchero, vini dichiarati da agricoltura biologica ma che in realtà contengono residui di pesticidi, irregolarità dei registri e pratiche e trattamenti illeciti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli