Foibe: 'partigiani titini infami e assassini', striscione CasaPound in Municipio ad Ostia

webinfo@adnkronos.com

"Partigiani titini infami assassini". È questa la frase dello striscione affisso da CasaPound davanti al Municipio di  Ostia. "È assurdo - spiega Luca Marsella, consigliere di CasaPound - che nessuna iniziativa istituzionale sia stata intrapresa oggi, nel Giorno del Ricordo, in memoria delle vittime delle foibe e degli esuli istriani".  

"C'è una legge nazionale - spiega Marsella - che impegna gli enti pubblici ad organizzare e promuove eventi, ma evidentemente la sudditanza del sindaco Raggi e della giunta del M5S di Ostia verso l'Anpi è così forte da riuscire ad ostacolare il ricordo di una tragedia che ha riguardato migliaia di italiani come quella delle foibe. La scorsa settimana, in aula, addirittura è stato bocciato un mio documento contro le iniziative negazioniste e giustificazioniste".  

"Addirittura in Senato, infatti, qualche giorno fa è stato permesso di tenere un convegno giustificazionista proprio all'Anpi, l'associazione dei partigiani che furono complici - conclude Marsella - dei titini nel massacro". Striscioni con la stessa frase sono stati affissi da CasaPound in tutta Italia.