Foibe: sottosegretario Sasso, 'Montanari si dimetta, Messa intervenga'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 26 ago. (Adnkronos) – "Le foibe? Un falso storico. A dirlo non un odiatore qualunque carico di ignoranza e disprezzo della storia, non un frequentatore abituale di centri sociali ma il Rettore dell'Università per stranieri di Siena. Montanari, si vergogni". Lo scrive sulla sua pagina Facebook il sottosegretario all'Istruzione Rossano Sasso chiedendo a Montanari "in un sussulto di dignità, rassegnare le dimissioni da qualsiasi incarico pubblico. Se così non fosse, chiediamo alla ministra Messa di intervenire con tutti i mezzi a disposizione".

"Secondo il professor Tomaso Montanari – prosegue Sasso – vessillo dell’intellighenzia di sinistra, ci sono vittime di serie A e morti di serie B, tragedie di cui è doveroso conservare la memoria e altre che invece vanno semplicemente dimenticate. Nella seconda categoria, leggendo le improvvide parole di quello che è stato inspiegabilmente posto a capo di una università italiana, rientrano le migliaia di persone gettate nelle foibe nel corso della pulizia etnica messa in atto dai partigiani jugoslavi sul finire della Seconda guerra mondiale. Perché, è evidente, i nostri poveri connazionali trucidati devono scontare la colpa di essere stati ammazzati per mano di comunisti".

"Non solo. Devono pagare anche per il fatto che la destra italiana è stata decisiva affinché non svanisse la memoria di quell’eccidio e venisse istituito il Giorno del Ricordo, che si celebra il 10 febbraio di ogni anno. Montanari non ha solo perso un’occasione per tacere, ma dovrebbe vergognarsi per le sue scellerate dichiarazioni e, in un sussulto di dignità, rassegnare le dimissioni da qualsiasi incarico pubblico. Se così non fosse – conclude – chiediamo alla ministra Messa di intervenire con tutti i mezzi a disposizione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli