Folla di fan (virtuali) per Ultimo al Colosseo: i server crashano

·1 minuto per la lettura
featured 1295626
featured 1295626

Roma, 23 apr. (askanews) – “Ci siamo distinti anche questa volta, siamo riusciti a mandare in crash i server che ospitavano l evento. Indovinate un po’? Non era mai successo. Eravamo troppi”: così Ultimo ha commentato ancora a caldo l’evento in live streaming che si è svolto il 22 aprile al Colosseo a Roma e che ha visto il cantautore romano, 25 anni, in piano solo per 45 minuti di musica e immagini mozzafiato, tra i suoi successi e la presentazione del nuovo singolo “Buongiorno vita”.

“Più avanti, probabilmente, avrò voglia di raccontarvi quanto sia stato bello esibirmi nel cuore della mia città, ma non è questo il momento”, ha aggiunto Niccolò su Instagram, ricordando a chi aveva acquistato il biglietto e non era riuscito a seguire l’evento in diretta che avrebbe comunque potuto riguardarlo entro 48 ore.

Il concerto-evento è stato prodotto da Vivo Concerti, diretto dagli YouNuts! e trasmesso in streaming dalla piattaforma LIVENow. Lighting design di Jacopo Ricci, direzione della fotografia di Leonardo Mirabilia per Maestro Production e sound engineering di Davide Linzi.

In occasione di questo appuntamento, Ultimo ha rinnovato inoltre il proprio supporto a favore dei progetti UNICEF di lotta alla malnutrizione e a sostegno di vaccinazioni, impianti idrici e servizi igienico sanitari che il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia sta portando avanti in Mali, dove l’artista, Goodwill Ambassador UNICEF dal 2019, è stato nel febbraio 2020 per la sua prima missione sul campo. Nel 2021, il cantautore continua a sostenere tali iniziative, devolvendo parte dell incasso ricavato dalla vendita dei biglietti dell’evento.