Fonarcom: nasce DGTales, community dedicata al digital learning

featured 1669612
featured 1669612

Roma, 11 nov. (Labitalia) – Il fondo interprofessionale Fonarcom ha annunciato la nascita di DGTales, la Community professionale dedicata al digital learning, durante un evento live streaming. Un debutto che fa tesoro dell’esperienza maturata negli anni dal fondo e che da oggi si apre a un confronto ampio.

Il lavoro di osservazione continua dell’evoluzione dei fabbisogni e delle modalità formative emergenti tra le imprese – a partire da quelle aderenti al fondo – ha portato Fonarcom a creare strumenti di finanziamento dedicati all’innovazione e in linea con gli assi di finanziamento del Pnrr.

Già prima dell’emergenza pandemica, Fonarcom aveva cominciato a tenere sotto osservazione l’evolvere del DL, a studiarne declinazioni e contenuti così da rispondere al meglio ai bisogni di imprese, professionisti e lavoratori. Sapendo poi quanto fosse importante contemperare la fruizione dei contenuti formativi con l’esigenza della tracciabilità della formazione – per la certificazione delle competenze e la rendicontazione dei progetti -, aveva reso possibile alle società titolari di piattaforme l’accreditamento diretto presso il fondo delle loro soluzioni, facilitandone l’utilizzo. Tutto al fine di garantire la più ampia diffusione della formazione tra i lavoratori e un agile sistema di rendicontazione dei relativi piani.

Nel corso dell’evento, Andrea Cafà, presidente Fonarcom, ha dichiarato: "DGTales apre un nuovo capitolo del rapporto tra Fonarcom e i suoi stakeholders. L’auspicio è che vi confluiscano opinioni ed esperienze, racconti di successi e insuccessi, anche al fine di elaborare modelli di fruizione della formazione moderni e al passo con i nuovi modi di lavorare. Il tutto in quella logica di condivisione, collaborazione e confronto che ha portato Fonarcom a diventare il secondo fondo in Italia per numero di lavoratori rappresentati”, ha continuato.

All’evento hanno partecipato alcuni dei più qualificati esperti del settore, vera e propria avanguardia nell’adozione e nella pratica del digital learning.

Per Franco Amicucci, presidente Skilla, il successo dell’esperienza è intimamente legato alla “generosità” nel condividere idee ed esperienze: “Quel che mi aspetto da questo progetto è un arricchimento reciproco”, gli fa eco Gabriele Dovis, ceo di Mosaicolearning, che punta su questo mix: “Proporre contenuti vivaci, mettere a frutto passioni comuni e coltivare il piacere di creare relazioni”. Per Giulio Xhaet, partner and digital strategist at Newton S.p.A., “i giovani sono affamati di formazione ma hanno bisogno di entrare nel merito delle cose. Va catturata e mantenuta la loro attenzione”. Il messaggio finale è che la formazione debba puntare sul talento perché “con l’espansione del talento le persone fioriscono”.