Fondazione Craxi promuove celebrazioni per 20esimo da scomparsa

Pol/Gal

Roma, 8 gen. (askanews) - "In occasione del ventesimo anniversario della scomparsa di Bettino Craxi, la Fondazione titolata al leader socialista ha inteso promuovere un 'Comitato d'onore' per le celebrazioni degli eventi e delle iniziative che, a partire da Hammamet, il prossimo 17-19 gennaio, si dipaneranno lungo il corso di tutto il 2020". Informa una nota della Fondazione.

Tra i primi 350 firmatari, oltre le principali personalità della storia socialista e dell'epopea craxiana, numerosi esponenti delle istituzioni, del mondo dell'economia, dell'impresa, delle professioni, dell'arte, dello spettacolo, dell'accademia e della cultura, che "sentono vivo il desiderio di rendere onori e meriti ad un uomo che si è speso per il bene del suo popolo e che ha lavorato per un'Italia che voleva prospera, moderna e rispettata. Un'Italia grande tra le grandi".

Prima firmataria dell'iniziativa, Stefania Craxi, figlia del leader socialista e fondatore, vent'anni orsono, dell'Istituto titolato al padre e oggi Senatore. Nel lungo elenco di personalità, oltre a parlamentari di ogni schieramento, troviamo cognomi importanti della storia socialista nazionale e internazionale come Isabel Allende, figlia del compianto leader cileno, Anita Garibaldi e Pierpaolo Nenni.

Numerose le adesioni dal mondo dello spettacolo. Si parte da Massimo Boldi fino a Mara Venier passando per Alda D'Eusanio, Rita dalla Chiesa, Costantino della Gherardesca, Lucrezia Lante della Rovere e Renato Pozzetto e si prosegue con celebrità del mondo dello sport come Beppe Dossena o Nicola Pietrangeli e artisti del calibro di Renzo Arbore, Eugenio Bennato, Caterina Caselli e Donatella Rettore.

Tra gli aderenti anche numerosi intellettuali e giornalisti tra cui Sergio Zavoli, Francesco Alberoni, Pietrangelo Buttafuoco, GianMarco Chiocci, Paolo Del Debbio, Giuliano Ferrara, Paolo Franchi, Paolo Liguori, Giovanna Maglie, Clemente Mimun, Fabrizio Rondolino, Gennaro Sangiuliano, Piero Sansonetti e Marcello Veneziani. Tra i sottoscrittori anche Tarak Ben Amar e Fedele Confalonieri, Maria Luisa Trussardi, Giuseppe De Rita e lo chef Filippo La Mantia".