**Fondazione Open: Di Battista, 'bene Conte su conflitto ma se sta con Renzi, Draghi e Cav…'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 nov. (Adnkronos) – "A me di Renzi interessa poco o nulla. Ho contribuito alla fine della sua carriera istituzionale e ne vado fiero. Ma il tema qui non è lui, è il conflitto di interessi. Ieri Conte, giustamente, sollevava il tema. Ma non si risolverà mai la questione (per me questione principale e che riguarda il lavoro e le tasche degli italiani) se si governa con Berlusconi, Renzi, Draghi etc….mai!". Così Alessandro Di Battista su Facebook.

Si legge nel post: "'Voglio dire a chi ci segue da casa. Se volete fare i soldi non fate politica. Se vuoi fare i soldi vai nelle banche d'affari, prendi i contratti milionari che ti offrono, non ti metti a fare il politico. Chi fa il politico ha questi conti correnti (15.000 euro), non ne ha altri. Se ne ha altri c'è qualcosa che non torna'. Matteo Renzi, 17 gennaio 2018. Negli anni successivi, evidentemente, 'qualcosa non è tornato'".

"Renzi si è arricchito prendendo centinaia di migliaia di euro (in due anni 2,6 milioni) soprattutto dalla sua attività di conferenziere, un'attività politica. Ha difeso l'Arabia Saudita (in un momento in cui si veniva a sapere dell'assassinio di Kashoggi deciso dal principe Mohammad bin Salman) mentre le istituzioni di Riad gli bonificavano decine di migliaia di euro per i suoi speech. Ha combattuto contro la revoca delle concessioni ai Benetton mentre la società di Alessandro Benetton lo ingaggiava (quasi 20.000 euro) per tenere un discorso".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli