Fondazione Open, finite le in chieste: tra gli 11 indagati anche Renzi

·1 minuto per la lettura
Fondazione Open, chiuse le indagini: tra gli 11 indagati anche Renzi
Fondazione Open, chiuse le indagini: tra gli 11 indagati anche Renzi

La procura di Firenze ha deciso di chiudere le indagini sulla Fondazione Open, la fondazione attiva tra il 2012 e il 2018 per appoggiare finanziariamente l’ascesa e l’attivitа politica di Matteo Renzi, prima come sindaco di Firenze e successivamente come segretario del Pd.

Fondazione Open, chiuse le indagini: tra gli indagati Renzi, Boschi e Carrai

Tra gli undici indagati, compare proprio lui: Matteo Renzi. Egli è accusato di finanziamento illecito ai partiti assieme a Maria Elena Boschi e l’imprenditore Marco Carrai.

Fondazione Open, chiuse le indagini: 11 gli indagati

Per quanto riguarda il deputato Pd, Luca Lotti, le accuse sono di corruzione per l’esercizio delle funzioni, in concorso con l’avvocato Alberto Bianchi, attinenti ad alcuni contributi elargiti da alcune società tra cui Toto costruzioni e il colosso American Tobacco. Per l’imprenditore Patrizio Donnini l’accusa è di autoriciclaggio. Contestato il finanziamento illecito anche all’imprenditore Riccardo Maestrelli.

Fondazione Open, chiuse le indagini: “Non c’è nessun finanziamento illecito”

A commentare la vicenda è stato Renzi:

“La fine delle indagini sulla vicenda Open è realmente un’ottima notizia. Dopo due anni di incessanti indagini, perquisizioni giudicate illegittime dalla Cassazione, veline illegalmente passate ai giornali finisce il monologo dell’accusa. Finalmente arriva il momento in cui si passa dalla fogna giustizialista alla civiltà del dibattimento. E lì contano finalmente i fatti e il diritto. Alla fine di questa scandalosa storia emergerà la verità: non c’è nessun finanziamento illecito ai partiti perché tutto è bonificato e tracciato”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli