Fondazione Open: Fratoianni, 'via appetiti privati da politica, Conte e Letta sostengano pdl'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 nov. (Adnkronos) – “Solo con la fine del processo sulla Fondazione Open, sui compensi a Matteo Renzi e sui favori a questa o a quella azienda sapremo se è davvero andata così. Tuttavia occorre riflettere sull’assoluto silenzio con cui tutti i partiti da anni reagiscono alla proposta di Sinistra Italiana sul finanziamento trasparente alla politica. Quella proposta di legge che dice semplicemente che va vietata ogni forma di finanziamento privato nei confronti di partiti, associazioni o fondazioni da parte di chi ha relazioni o interessi con la cosa pubblica, e che propone di conseguenza di reintrodurre un finanziamento pubblico misurato, equo e trasparente alla politica.” Lo scrive su Facebook il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni.

“Non credo che ai cittadini – prosegue il leader di SI – piaccia pagare le attività dei partiti attraverso appalti non trasparenti, o peggio truccati, delle società controllate dello Stato. Credo che preferiscano che questo meccanismo sia non solo un reato, come già è, ma una pratica resa impossibile da norme chiare, nette e definitive. La politica deve essere libera e indipendente dagli appetiti di finanziatori privati, o l’Italia non cambierà mai. Mi rivolgo a Conte e a Letta, come ho fatto già altre volte, dopo il caso Mafia Capitale o dopo gli scandali della Lega: ci diamo un taglio insieme? La legge in Parlamento c’è già – conclude Fratoianni – basta approvarla.”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli