Fondazione Open: Renzi, 'processo politico alla politica, è un massacro mediatico' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – (Adnkronos) – "Sono entrati nel mio telefonino, nel mio conto corrente, con le foto dentro casa mia, nei miei viaggi in aereo, nelle mie soste all’Autogrill: l’obiettivo non è l’indagine giudiziaria ma il massacro mediatico. Che, non a caso, sta avvenendo. Perché si parla solo di me e non dei problemi del Paese", prosegue Renzi.

"Perché si parla della opportunità delle mie conferenze all’estero (attenzione: nessuno mette in discussione la legittimità, ma solo l’opportunità) e non c’è nessuno che ricordi che io incasso dei soldi per le mie conferenze e pago le tasse in Italia. Quindi non sto rubando niente, anzi: sto contribuendo con le mie tasse ai servizi del Paese -scrive ancora il leader di Iv-. Ma i talk sono solo sulle mie attività lecite, non su chi ruba i soldi del reddito di cittadinanza. I talk sono solo sulle mie attività lecite, non su chi chiedeva il 5% sulle mascherine, mentre l’Italia era in emergenza. I talk sono solo sulle mie attività lecite, non sullo scandalo dei soldi pubblici buttati per i banchi a rotelle".

"E io dico che va bene così. Perché questa vicenda di Open è solo all’inizio. Da due anni parlano solo le veline degli investigatori. Due anni di processo mediatico senza contraddittorio. Due anni di comunicazione a senso unico. Quando finalmente inizierà il processo, inizieremo a parlare anche noi. E mostreremo come sia politico il processo di chi chiama a testimoniare Pierluigi Bersani e Rosy Bindi. Qui non si parla dei finanziamenti, qui si processa la politica, chiamando a testimoniare avversari politici. Se vi sembra normale, va bene così", sottolinea Renzi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli