Fondi Pnrr rigenerazione urbana, Lega: Lombardia molto penalizzata

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 12 gen. (askanews) - Arriva all'attenzione dell'aula del Pirellone di Milano, parallelamente all'iniziativa della Lega Lombarda di un ordine del giorno in tutti i Comuni, la questione relativa all'assegnazione ai Comuni italiani dei fondi PNRR per la rigenerazione urbana. "I criteri adottati penalizzano gravemente i Comuni del Nord e quindi quelli lombardi: dei 5,7 miliardi destinati ai progetti di rigenerazione urbana, 2,3 miliardi (il 40%) è destinato d'ufficio ai Comuni del Sud" ha dichiarato in una nota il primo firmatario Alessandro Corbetta, spiegando che "l'applicazione dell'indice di vulnerabilità sui restanti 3,4 miliardi ha fatto sì che quasi il 93% dei progetti dei Comuni del Nord siano stati ammessi al bando ma non finanziati, contro l'1% di quelli del Sud e il 6,4% di quelli del Centro. Due terzi dei comuni lombardi che hanno partecipato al bando sono stati esclusi dal finanziamento".

"Si tratta di una disparità che è stata messa in evidenza da più parti politiche, sia di centrodestra che di centrosinistra" ha aggiunto il consigliere regionale leghista, dicendosi convinto che "il Pnrr debba rappresentare un volano di crescita e di rilancio per tutte le aree del Paese e non solo per alcune".

"Con una mozione chiederemo alla Giunta regionale di attivarsi presso il governo affinché siano rivisti innanzitutto i parametri utilizzati, con particolare riferimento all'indice di vulnerabilità" ha annunciato Corbetta, concludendo "crediamo inoltre che sia improrogabile rifinanziare il bando con i 900 milioni di euro necessari per poter realizzare tutti i progetti ritenuti ammissibili ma che sono stati esclusi dall'ottenimento dei fondi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli