Fondi russi alla Lega: al vaglio pm ruolo di Meranda e Vannucci

Fcz

Milano, 17 lug. (askanews) - E' prevista per il primo pomeriggio di oggi la sentenza del processo milanese che, tra gli altri, vede imputato il viceministro dell'Economia, Massimo Garvaglia. Dopo le ultime controrepliche delle difese, i giudici del Tribunale di Milano si sono riuniti in camera di consiglio. Il verdetto, ha riferito il giudice Giulia Turri, presidente della Quarta Sezione Penale di Milano, non arriverà "prima delle 14.00".

Garavaglia è imputato per turbativa d'asta per una presunta turbativa d'asta che risale al 2014: secondo l'accusa formulata dal pm Giovanni Polizzi, il leghista, ai tempi assessore all'Economia della giunta Maroni, avrebbe pilotato a favore della Croce Azzurra Ticinna, associazione di volontariato attiva nei comuni dell'Alto Milanese, una gara d'appalto per il trasporto dei malati dializzati del valore di 11 milioni di euro all'anno. Una gara pilotata da Garavaglia, sempre secondo quanto ricostruito dalla pubblica accusa, in concorso Mario Mantovani, allora ex vicepresidente della Regione Lombardia. Il pm Polizzi aveva chiesto 2 anni di carcere per Garavaglia e 7 anni e 6 mesi per Mantovani, che risponde anche di corruzione e induzione indebita.