Fondi russi: pm Milano chiedono altri 6 mesi per indagare

Fcz

Milano, 3 feb. (askanews) - La procura di Milano intende indagare per altri 6 mesi sui presunti fondi russi alla Lega. I pm Sergio Spadaro e Gaetano Ruta, titolari del fascicolo di indagine coordinato dal procuratore aggiunto Fabio De Pasquale, hanno infatti presentato una richiesta di proroga indagini che sarà valutata nei prossimi giorni dal gip Alessandra Clemente.

Nel mirino degli inquirenti milanesi è finito il vertice all'hotel Metropol di Mosca del 18 ottobre 2018 dove si sarebbe trattato di una compravendita di petrolio russo che avrebbe garantito al Carroccio un finanziamento illecito da 65 milioni di euro. I tre italiani presenti al tavolo della trattativa, l'ex portavoce di Matteo Salvini nonchè presidente dell'associazione Lombardia-Russia Gianluca Savoini, l'ex bancario di Mps Francesco Vannucci e l'avvocato Gianluca Meranda, sono indagati per corruzione internazionale. L'inchiesta, scattata dopo la pubblicazione della conversazione intecettatata al Metropol da parte del sito americano BuzzFeed, ha portato al sequestro di due telefoni cellulari e di altro materiale informatico rintracciato dalla Guardia di Finanza nell'abitazione e nello studio di Savoini. Nei giorni scorsi è stata ascoltata come persona informata dei fatti Irina Alexsandrova, giornalista russa che moderò un incontro con Salvini nel luglio 2018. Il verbale della sua testimonianza è stato secretato.