Fondi zona rossa. Vicesindaco: “Lavoriamo per bloccare contagio”

Fondi zona rossa. Vicesindaco: “Lavoriamo per bloccare contagio”

Roma, 20 mar. (askanews) – Fondi zona rossa: la cittadina in provincia di Latina è l’epicentro del focolaio di contagio più grosso nel Lazio dopo Roma. Tutto sbarrato, aperti solo alimentari e farmacie. Il vicesindaco e sindaco facente funzioni Beniamino Maschietto, ad askanews:

“Stiamo lavorando continuamente con le forze dell’ordine perché in questo momento è importante che l’ultima ordinanza sia osservata, per far capire a tutti i cittadini l’importanza e la responsabilità del momento”. “Oggi è tutto sotto controllo, abbiamo avuto riunione con forze dell’ordine e la Asl, abbiamo chiarito tutti i punti, ciò che si può fare e ciò che non si deve fare. Adesso siamo tutti responsabili di quanto questo momento sia particolarmente delicato, perché si fermi tutti e ogni forma di contagio sia eliminata”.

L’origine del contagio, specifica il vicesindaco, è da una persona proveniente dal nord, ma è inutile parlarne adesso. “Abbiamo individuato il caso, siamo consci e speriamo che questo primo contagio sia finito ed eliminato”.

Fondi è la prima città del centro sud ad essere completamente isolata con l’obiettivo di fermare il virus: 47 casi di contagio, 192 persone in sorveglianza attiva e 760 in isolamento domiciliare. “Abbiamo avuto un incontro con la Asl questa mattina. Hanno disposto già da oggi la possibilità con risposta rapida già da oggi tac polmonari. Tutti i medici daranno le loro priorità alla Asl e provvederanno in tempi rapidi”.