Fondo Salva-Stati, pro e contro. Moscovici: "È decisivo". Tremonti: "Serve solo a salvare Deutsche Bank"

HuffPost
Pierre Moscovici - Giulio Tremonti

“La riforma del Mes ha meccanismi autocratici per noi devastanti”. Giulio Tremonti entra nel dibattito sulle modifiche al fondo salva Stati, che stanno accendendo la polemica in questi giorni in Italia. L’ex ministro dell’Economia, sulle colonne de La Verità, punta il dito contro la Germania. È stata dei tedeschi, infatti, l’iniziativa di modificare il Mes. E a Conte, Tremonti manda a dire: “Entrare con quel pacchetto è da kamikaze”. A difendere la riforma del Mes ci pensa Moscovici, dalle colonne del Corriere della Sera: “Il fondo salva stati è decisivo. Altrimenti le banche sono a rischio”. 

L’ex ministro dell’Economia usa parole tutt’altro che gentili nei confronti delle modifiche al Mes: “Serve solo a salvare Deutsche Bank”, è il messaggio che manda. Nello spiegare i rischi che queste portano fa il confronto con la situazione che si verificò nel 2011. E a chi gli chiede perché l’impulso alla riforma è stato dato dalla Germania, risponde:

Un’ipotesi che potrebbe essere fatta è che proprio oggi si reciti di nuovo la storia di Deauville: come allora, la crisi non è causata dai bilanci pubblici ma dai bilanci bancari, soprattutto dalle parti della Germania. Si tratta di criticità di bilancio e non solo industriali e strutturali, ma che derivano anche dal drammatico problema di trasferire da Londra alla Germania i “book” dei derivati dopo la Brexit.

Il commissario europeo agli Affari economici si schiera dalla parte delle modifiche e avverte: 

 Quella riforma ”è parte di un pacchetto di misure per rafforzare l’unione monetaria in caso di choc”.Quindi è essenziale alla stabilità: “A giugno, ha ricordato Moscovici, “ci fu un accordo per consolidare l’unione bancaria con il cosiddetto backstop, la rete di sicurezza del fondo di risoluzione delle banche”, la quale “serve se un Paese non riesce a far fronte da solo a una crisi dei suoi istituti, e fa parte del Mes”. E questo, secondo il commissario in...

Continua a leggere su HuffPost