Fontana assicura: "Nessun rallentamento nella campagna vaccinale per la mancanza di AstraZeneca"

·2 minuto per la lettura
Nessun ritardo in Lombardia secondo Fontana sulla campagna vaccinale
Nessun ritardo in Lombardia secondo Fontana sulla campagna vaccinale

Arrivano direttamente dal presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana, le rassicurazioni sulla campagna vaccinale della Regione: nessun ritardo, come apparentemente si pensava. Insomma, sta proseguendo tutto come da programma, nonostante i ritardi nelle consegne del vaccino AstraZeneca. Le sue dichiarazioni in merito sono molto positive:

Le prossime forniture destinate alla Lombardia riguardano soprattutto Pfizer“.

LEGGI ANCHE >> Lombardia, Fontana: “Se arrivano i vaccini tra fine giugno e metà luglio almeno una dose a tutti”.

Lombardia, Fontana rassicura: “Nessun rallentamento nella vaccinazione per l’assenza di AstraZeneca”

Fontana ha voluto dare qualche informazione in più circa il programma della vaccinazione in Lombardia: l’idea secondo il presidente è di utilizzare il vaccino AstraZeneca soprattutto per la somministrazione delle seconde dosi. Probabilmente è questo il motivo per cui non ci sono ritardi nella vaccinazione. La sospensione era stata anticipata ieri, domenica 25 aprile 2021, proprio perchè le dosi che al momento sono presenti nella Regione vanno conservate per coloro che hanno già ricevuto la prima somministrazione del vaccino.

Lombardia, Fontana annuncia nella vaccinazione è previsto Pzifer per gli under 60

A quanto sembra, inoltre, l’obiettivo è di procedere anche per gli over 60enni con i vaccini Pzifer e Moderna: è stato l’annuncio di Fontana in occasione della visita presso l’hub vaccinale dell‘Hangar Bicocca di Milano.

Fontana, oltre alla vaccinazione senza sosta, buon esordio della Lombardia in zona gialla

Oltre a dare, quindi, dettagli sulla campagna vaccinale che procede bene in Lombardia, Fontana ha voluto dire la sua anche in merito alla prima giornata della Regione in zona gialla: il presidente si è detto molto soddisfatto dell’atteggiamento dei cittadini, ma soprattutto ha sottolineato quanto il trasporto pubblico abbia sostanzialmente retto bene, superando tutte le aspettative. Possiamo dire che si è trattato di un esordio positivo“. Inoltre, Fontana ha voluto fare una sorta di appello ai cittadini, consapevole della stanchezza che abbraccia un pò tutti per le restrizioni che ci accompagnano da oltre un anno:

Dobbiamo chiedere di fare un ulteriore sforzo anche in questi giorni, bisogna rispettare le regole perché è l’unico sistema che ci consente di evitare nuovi problemi. Dobbiamo essere rispettosi per non ricadere in nuove restrizioni. La nostra gente ha bisogno di sentirsi, non oppressa e perché ciò avvenga, bisogna regolamentarsi“.

LEGGI ANCHE>> “Lombardia in zona gialla dal 26 aprile, è ufficiale”: l’annuncio di Fontana.