Fontana e Rolfi a Bruxelles: no a dazi Usa e tagli Pac

Lzp

Milano, 2 ott. (askanews) - "Il sistema agricolo e agroalimentare lombardo, e più in generale italiano, rischia di subire danni irreparabili. Per questo sono molto preoccupato e mi auguro che anche da Bruxelles arrivino segnali forti e importanti per contrastare una decisione che produrrebbe effetti ingiusti e pesantissimi". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, rispondendo ai giornalisti sul tema dei ventilati dazi americani, a margine degli incontri che il governatore sta svolgendo a Bruxelles al Parlamento Europeo.

L'assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistema Verdi, Fabio Rolfi, a Bruxelles con il governatore lombardo e il vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala, ha invece rimarcato che "i tagli alla Politica Agricola Comune sarebbero dannosi per l'agricoltura lombarda. Ai parlamentari europei la Regione chiede un impegno serio per scongiurare questa possibilità".

"Serve un ulteriore sforzo - ha aggiunto Rolfi - anche diplomatico, per salvaguardare il ruolo delle Regioni nella gestione delle politiche agricole messo a rischio dalla volontà comunitaria di nazionalizzare la Pac. Non da ultimo, abbiamo posto anche il tema della semplificazione delle misure, spesso ingestibili ed appesantite da una visione ambientalista che vede nell'agricoltura la causa dell'inquinamento che noi non possiamo accettare".

"La sfida del futuro - ha concluso l'assessore Rolfi - si chiama innovazione, per efficientare l'uso delle risorse ed essere ancora più competitivi nell'epoca della sostenibilità e per questi obiettivi la risorse e gli strumenti della Politica Agricola Comunitaria sono fondamentali".