Fontana: non è il più il nucleare di Chernobyl, giusto valutare

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Cernobbio (CO), 15 set. (askanews) - E' giusto prendere in considerazione e approfondire la possibilità di un ritorno al nucleare ritorno alla produzione di energia dal nucleare che grazie alle nuove tecnologie è "sicuro" e "non emette nessun tipo di sostanze inquintanti". Lo ha affermato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, intervistato da Bergamo Tv, secondo cui "non è più il nucleare di Chernobyl, Bisogna avere il coraggio di spogliarsi delle ideologie e vedere la realtà. La tecnologia - ha osservato - ha fatto passi da gigante e quindi perché a priori dobbiamo escludere una possibilità che risolverebbe grandi problemi per il nostro Paese?".

"L'attuale nucleare sicuro, è green, non emette nessun tipo di sostanza inquinante, per cui deve essere preso in considerazione", ha detto Fontana rispondendo alla domanda della conduttrice che gli ha chiesto di commentare il parere favorevole del leader leghista Matteo Salvini ad un'eventuale centrale nucleare in Lombardia.

"Va tenuto conto - ha aggiunto Fontana - non solo del rincaro delle bollette ma perché dipendiamo in maniera preponderante nell'utilizzo dall'energia dall'estero, per cui le bollette già dai rincari sono le più alte d'Europa. Si deve prendere in considerazione, valutare, fare le valutazioni del caso. Credo che sia giusto che si debba studiare, approfondire e controllare per poter andare in questa direzione".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli