Fontana: per rilanciare turismo lombardo fare rete e digitalizzare

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 28 giu. (askanews) - Super bonus per l'estate 2021, green pass, più digitalizzazione e incremento di reti virtuose per la promozione del turismo. Rilancio della Lombardia come brand turistico, sviluppo della attrattività anche con la valorizzazione di piccoli borghi e di località di fascino e bellezza nella regione d'Italia che vanta il maggior numero di siti Unesco. Questi i temi affrontati nell'evento di apertura della stagione turistica italiana al quale hanno partecipato il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e i principali stakeholder del settore, riuniti al Grand Hotel Tremezzo, sul lago di Como.

"Dobbiamo superare la preoccupazione della pandemia e dimostrare ai turisti che in Italia si può venire in completa tranquillità" ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ricordando che "il green pass è fondamentale" e che "per rilanciare il nostro nome in tutto il mondo occorre fare sistema e puntare sulla digitalizzazione, per la quale sono state messe a disposizione somme importanti nel Recovery Fund". "Regione Lombardia pensava alla ripartenza già da maggio 2020, perciò siamo intervenuti con un imponente piano da 4 miliardi di euro e i risultati cominciano a vedersi" ha continuato il governatore, evidenziando che "oggi c'è grande ottimismo, ci siamo lasciati alle spalle la preoccupazione dei mesi scorsi: se vogliamo raggiungere l'obiettivo, non dobbiamo fermarci".

"Nel giorno in cui finalmente possiamo togliere le mascherine negli spazi aperti - ha sottolineato Fontana - voglio ricordare che da domani ripartono le Fiere, un settore vitale per il rilancio del comparto turistico nella nostra regione. Ci aspettiamo una forte crescita anche a settembre, quando torneranno il 'Salone del Mobile' e la 'Settimana della moda' e faremo un ulteriore passo verso la normalità". "In Italia e in particolare in Lombardia ci sono tantissime piccole e splendide realtà che, in altri paesi, accoglierebbero milioni di turisti ogni anno, mentre qui si parla solo di poche migliaia: ecco su cosa occorre lavorare" ha proseguito Fontana, ricordando che la pandemia ci ha fatto riscoprire il 'turismo di prossimità', un fenomeno che, grazie ai tanti servizi e alle strepitose risorse culturali, paesaggistiche, sportive ed enogastronomiche che la nostra regione è in grado di offrire, ha dato una grande boccata d'ossigeno al territorio".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli