Fonti Chigi: Conte ribadisce a Sarraj sostegno a processo pacifico

Bar

Roma, 18 set. (askanews) - La crisi libica rimane fonte di grande preoccupazione per il governo italiano e la sua soluzione rappresenta un cruciale interesse nazionale. La stabilizzazione del Paese e dell'intera Regione, il benessere del popolo libico erano, sono e saranno al centro dell'azione di governo del presidente Giuseppe Conte. E' quanto si fa filtrare da fonti di palazzo Chigi, in relazione all'incontro odierno del capo del governo con il primo ministro libico, Fayez al-Sarraj.   Conte, spiegano le fonti governative, ha ribadito il sostegno italiano al Governo di Accordo Nazionale e nel contempo l'invito a continuare a farsi parte attiva per un ritorno ad un processo virtuoso e pacifico. Il terrorismo è una preoccupazione internazionale. Il presidente Conte, come in precedenti occasioni, ha invitato Sarraj a fare uno sforzo importante per contrastare le frange estremiste annidate tra le milizie. L'Italia ritiene che non vi possa essere alcuna soluzione militare e che la soluzione politica sia l'unica davvero sostenibile. Con questo obiettivo abbiamo ripetutamente esortato tutte le parti in causa ad invertire la spirale di violenza e adoperarsi in buona fede per un cessate il fuoco duraturo.   Promuoviamo un approccio inclusivo sia con le componenti libiche, sia con la Comunità internazionale. L'Italia sostiene con coerenza il Governo di Accordo Nazionale quale Governo legittimo ed internazionalmente riconosciuto; nel contempo non possiamo non considerare la Cirenaica e le altre rappresentanze libiche come interlocutori nella ricerca di una soluzione politica.