Food: MyCia, restyling per app del menù on line che utilizza 'Carta d'identità alimentare'

·3 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 nov. (Adnkronos/Labitalia) – Debutta la nuova release di MyCia, la prima app che utilizza la 'Carta d'identità alimentare e che ha già raggiunto più di 150mila download: un vero e proprio personal food advisor per consigliare quale ristorante o bar sia il migliore per mangiare il proprio piatto preferito, in tutta Italia, ogni volta che si vuole. La nuova MyCia (mycia.it), disponibile via browser e via app, ha subito un profondo restyling dell’interfaccia utente: nuovi algoritmi sempre più performanti e l’utilizzo delle migliori tecnologie, con un’usabilità estremamente efficace, sono in grado di garantire una user experience completamente rinnovata. Percorsi semplificati e filtri intelligenti consentono, infatti, all’utente di trovare immediatamente il posto giusto per lui in base a cosa desidera mangiare, ma anche bere, in tutte le città e province d’Italia.

A portata di clic, via app o dal sito, ci sono infatti 8mila menù dei principali locali italiani. Ristoranti stellati, pizzerie, sushi bar, ristoranti all'interno dei principali hotel italiani, osterie, birrerie e bar: i consumatori oggi possono prenotare un tavolo, dovunque siano, chiedendo al sito o all’app di presentare tutte le insegne, nel raggio di pochi chilometri, che offrono il piatto preferito. Spaghetti alla carbonara? Costata all'antica? Sushi fusion? È possibile in pochi secondi capire quale trattoria vicino all'ufficio, a casa o in viaggio risponda ai propri desiderata.

Ma, soprattutto, il grande valore aggiunto di MyCia sta nel filtrare ingredienti e allergeni aiutando i clienti a centrare il bersaglio visto che ogni menù è filtrabile per esigenze alimentari e per valori nutrizionali.

“Sono in netta crescita le intolleranze alimentari, come dicono tutti i più recenti studi e come conferma anche l’analisi dei nostri dati. Il 48,7% dei nostri utenti ha esplicitato un’esigenza specifica alimentare legata alla salute, il 12% una vera e propria allergia e due terzi invece esprimono una non preferenza a tavola", commenta Nico Donati, direttore scientifico del Centro studi di MyCia. "Uno strumento come il nostro – continua Donati – ascolta queste voci, aiutando i ristoratori a comprendere i trend e ad essere sempre più attenti all’evoluzione dei consumi. Ma soprattutto tutela sia il cliente sia il ristoratore creando l’incrocio perfetto tra esigenze e offerta ed evitando ogni possibile scelta a rischio”.

Basta infatti completare la 'Carta d'identità alimentare' per ottenere un profilo che consenta di visualizzare solo le insegne, i bar e i locali in linea con i propri gusti o con le proprie intolleranze o regime alimentare. Un semplice click consentirà 24 ore al giorno e 7 giorni su 7 – una volta identificato il locale più adatto in base a quello che desideriamo mangiare – di prenotare un tavolo, senza dover telefonare o aprire il sito del bar o del ristorante prescelto.

Il tutto con una user experience estremamente gradevole ricca di elementi e di fotografie dei piatti e delle location, preservando gli utenti da scelte sbagliate e assicurando loro di centrare il bersaglio in modo sicuro selezionando esattamente il piatto che desiderano mangiare in quel momento, in un locale con l’atmosfera più vicina a ciò che cercano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli