Forciniti una bad girl, le 't-shirt parlanti' fanno il loro ingresso alle Olimpiadi

Roma, 30 lug. (Adnkronos) - 'Le buone ragazze vanno in paradiso, le cattive ragazze vanno...a Londra!'. Nemmeno la judoka Rosalba Forciniti che ha trionfato alle Olimpiadi di Londra conquistando il bronzo per l'Italia si è voluta sottrarre a una moda che sta diventando imperante, quella delle t-shirt parlanti. Divertenti, dissacranti, ammiccanti le magliette con le scritte sono ormai un autentico 'must' del guardaroba estivo.

Ci sono quelle che avvisano: 'Stasera faccio la brava'. E quelle che mettono in allerta: 'Caffeine addicted' o 'Shopping addicted' o addirittura 'Per stasera solo sesso, all'amore ci pensiamo poi', o ancora 'sono una ragazza solo casa e chiesa, è il tragitto che mi frega'. Una tendenza adatta sia al look sportivo, quando una classica t-shirt bianca acquista un tocco di originalità grazie alla scritta, magari, in colori fluo, sia alla mise serale, quando accanto alle lettere fanno capolino strass e applicazioni glamour. Una moda che strizza l'occhio ai trend lanciati da vip d'Oltreoceano, ma che ha ormai preso piede anche da noi.

A scatenare scalpore e polemiche, tra le prime, è stata quella sfoggiata a settembre scorso dal consigliere del Pdl della Lombardia, Nicole Minetti, che durante una passeggiata in centro a Milano è stata immortalata con una maglietta con scritto: 'Senza t-shirt sono ancora meglio'. Provocazione alla quale, qualche giorno dopo, sempre con una maglietta 'parlante' ha risposto, prima dell'inizio dei lavori del consiglio regionale, il capogruppo dell'Italia dei Valori, Stefano Zamponi. Quest'ultimo ha infatti donato alla consigliera una maglietta bianca con scritto 'Finché non vedo non credo'.

E dalle aule della politica all'economia ancora una volta una maglietta-manifesto ha sollevato polveroni a marzo scorso. Si tratta della t-shirt contro il ministro del Lavoro con scritto 'La Fornero al cimitero' indossata da una donna durante una protesta contro l'articolo 18 e finita nella bufera per le foto che ritraevano la manifestante accanto a Oliviero Diliberto, segretario nazionale del Pdci.

Ma i messaggi a suon di magliette sono un tormentone anche per celebrare eventi sensazionali ed eclatanti. Ecco quindi che la 'particella di Dio', dopo l'annuncio degli scienziati del Cern di Ginevra, che l'hanno praticamente scoperta, è diventata un cult di moda. E' possibile acquistare sul web copie della t-shirt indossata da John Ellis, il fisico britannico che si è presentato in tv con l''equazione di higgs' stampata su una maglia nera, in netto contrasto con i suoi lunghi capelli e la barba bianca.

Il bosone, che porta il nome del fisico dell'università di Edimburgo Peter Higgs, il primo a intuirne l'esistenza, trionfa su magliette e felpe on-line: a partire dai 21 euro è possibile trovarle con stampata l'equazione in bella vista. Ma i modelli disponibili sono tanti, ci sono anche quelle dedicate alla scoperta con scritto 'I found the Higgs Boson' oppure 'It's a boson' e la data del 4 luglio 2012, giorno in cui la notizia è stata ufficializzata, disponibili a un prezzo compreso tra i 12 e i 17 euro (piu' i costi di spedizione). E ancora, chi preferisce una maglietta colorata può optare per quelle con la raffigurazione del celebre bosone.

Insomma le scritte fanno moda ed esprimersi con la maglietta è ormai un gioco da ragazzi: se ne trovano per tutti i gusti: "Stasera provo a fare la brava" o "Mangia uomini", ammiccano alcune; "Viva la mamma" o "Ciao mamma guarda come mi diverto", recitano altre facendo il verso a noti brani musicali. Ma se non si dovesse riuscire a scovare il pensiero o il messaggio giusto basta dare un'occhiata on-line.

Si moltiplicano, infatti, i siti internet che consentono di acquistare t-shirt create ad hoc: bastano pochi click per scegliere la misura, il modello e il colore della maglietta, poi la scritta da stamparci o ricamarci sopra e, per chi vuole, anche una foto. Per una cifra modesta, tra i 12 e i 15 euro, ecco pronta una maglietta personalizzata per dire la propria opinione.

O, magari, da dedicare a qualcuno. Come ormai da tempo fanno molti calciatori. Se il capitano della Roma Francesco Totti ha festeggiato il suo ritorno al gol dopo oltre sette mesi, nella partita contro il Chievo, mostrando ai tifosi una t-shirt con scritto 'Scusate il ritardo', tra i fuoriclasse non sono infatti mancati neppure messaggi d'amore: ad esempio la maglietta con scritto 'Raffaella ti amo', mostrata da Mario Balotelli durante la premier league e dedicata alla showgirl Raffaella Fico. O la t-shirt '6 Unica' scoperta da Totti nel 2002 per Ilary Blasi a cui ne seguì un'altra '6 sempre unica'.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno