Ford aiuta le vittime di furto a recuperare i veicoli rubati utilizzando la tecnologia delle auto connesse

·1 minuto per la lettura

Ford ha annunciato l’introduzione del servizio di Assistenza connessa in caso di furto per il recupero dei veicoli rubati, completamente integrato e progettato per aiutare a prevenire o ridurre le conseguenze del furto.

Funziona così, se il proprietario riceve un avviso tramite l'app FordPass a seguito di un’azione non autorizzata o imprevista, con un semplice click sull’app FordPass può denunciare il furto: l’applicazione guida il proprietario attraverso un processo di messa in sicurezza e recupero del veicolo segnalando l’evento alla polizia.

In primo luogo, l'app FordPass recupera il numero di telefono della polizia locale in base alla posizione attuale del proprietario, consentendogli di denunciare il furto del veicolo e ottenere un numero di riferimento identificativo dell’episodio criminale relativo alla propria auto. L’app fornisce anche una pratica casella di testo per registrare quel numero e qualsiasi altra informazione importante, salvandola automaticamente per consentire la visualizzazione anche in una fase successiva. L'app FordPass consente quindi al proprietario di chiamare il call center istituito per l’Assistenza connessa in caso di furto per fornire il numero di riferimento del furto e altre informazioni importanti.

Disponibile 24 ore su 24, sette giorni su sette, il call center dedicato attiva da remoto la "modalità furto”: in questo modo alcune funzioni del veicolo vengono disattivate in maniera sicura per rendere più efficiente la localizzazione e il recupero del veicolo da parte della polizia.

Inizialmente disponibile per la nuova Mustang Mach-E GT sarà poi essere estesa in seguito ad altri veicoli della gamma Ford, l’Assistenza connessa in caso di furto fa parte del pacchetto di abbonamento Ford Secure.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli