Ford ed Hermes esplorano il futuro delle consegne a domicilio con veicoli a guida autonoma

·2 minuto per la lettura

Le consegne a domicilio sono ormai diventate parte integrante della nostra vita, ma il modo in cui i pacchi arrivano ogni giorno nelle nostre case potrebbe cambiare. Ford, infatti, ha annunciato un nuovo programma di ricerca dedicato ai veicoli a guida autonoma che ha l’obiettivo di aiutare le aziende europee a capire come trarre vantaggio dalle nuove soluzioni del settore.

Hermes, azienda leader nel Regno Unito per le consegne a cliente finale, sarà la prima a collaborare con Ford nel nuovo programma. La ricerca, che prevede l’utilizzo di un veicolo commerciale Ford personalizzato, mira a comprendere più a fondo in che modo gli utenti della strada interagirebbero con un furgone per le consegne apparentemente senza autista. Lo speciale Ford Transit è quindi appositamente modificato è provvisto di sensori che simulano l’aspetto di un furgone con guida autonoma e di un particolare sedile sul lato guida in grado di nascondere il conducente. La persona al volante è, infatti, nascosta da un finto sedile, facendo credere agli altri utenti della strada che non vi sia nessuno alla guida.

Nell’ambito di questa ricerca l’autista avrà un ruolo totalmente passivo e si limiterà a guidare il veicolo. Il furgone per le consegne verrà supportato da una squadra di corrieri che si muovono a piedi e sono provvisti di un’app per smartphone che permette loro di far accostare il veicolo e di sbloccare da remoto il portellone di carico quando il veicolo è parcheggiato in modo sicuro a bordo strada. All’interno del furgone, le istruzioni vocali e su schermo digitale indicano al corriere il vano contenente i pacchi da consegnare.

Il progetto di ricerca in collaborazione con Hermes durerà due settimane e avrà lo scopo di capire meglio l’interazione degli esseri umani con il veicolo senza autista.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli