Forex, dollaro sale supportato da tensioni Ucraina

·1 minuto per la lettura
Un uomo con diverse mazzette da 100 dollari statunitensi a Seoul, in Corea del Sud

LONDRA (Reuters) - Il dollaro è salito ai massimi da due settimane contro un paniere di valute, supportato dalle tensioni tra Russia e Occidente per l'Ucraina e dalla possibilità di un approccio più 'hawkish' della Federal Reserve questa settimana.

I mercati ora sono più preoccupati dalle tensioni geopolitiche, con il presidente Joe Biden che valuta di intensificare la presenza di truppe in Europa orientale e ha ordinato alle famiglie dei diplomatici americani di lasciare l'Ucraina.

Intanto il Pmi composito Ihs per la zona euro a gennaio è sceso al livello più basso dallo scorso febbraio.

L'euro perde lo 0,32% contro il biglietto verde.

L'indice del dollaro guadagna lo 0,29%.

La Fed inizia domani la due giorni di politica monetaria. Potrebbe segnalare un rialzo dei tassi di interesse a marzo e in che tempi intenda ridurre i suoi asset che superano gli 8.000 miliardi di dollari.

13:27

CAMBIO RIC BID ASK CHIUSURA

EURO/DOLLARO 1,1303 1,1307 1,1340

DOLLARO/YEN 113,7600 113,7900 113,6800

EURO/YEN 128,6000 128,6400 128,9200

EURO/STERLINA 0,8380 0,8384 0,8371

ORO SPOT 1.838,94 1.839,54 1833,24

NOME INDICE RIC VALORE VAR. % CHIUSURA

INDICE DOLLARO 95,9230 0,29 95,6420

((In Redazione Antonella Cinelli, Stefano Bernabei; antonella.cinelli@thomsonreuters.com; +39 06 8030 7709))

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli