Formazione ed esami marittimi truccati: 5 arresti a Palermo -2-

Xpa

Palermo, 7 dic. (askanews) - Gli investigatori sono riusciti ad accertare che i marittimi che formulavano istanza per partecipare agli esami venivano "avvicinati" da alcuni degli indagati, che, in collegamento con il Centro internazionale di formazione marittima, promettevano il facile superamento delle prove, previa frequenza di "pre-corsi" a pagamento in effetti tenuti dagli stessi pubblici ufficiali che in seguito avrebbero fatto parte della commissione esaminatrice. In particolare, è stato appurato che più di 50 candidati sono stati avvicinati ed una parte di questi ha effettivamente pagato somme non inferiori ai 1.000 euro per beneficiare di corsie preferenziali per un agevole superamento degli esami; in alcuni casi, si è anche accertato che, in occasione dei "pre-corsi" i candidati venivano puntualmente informati sugli argomenti che sarebbero stati oggetto di esame.

E' stato appurato che gli indagati riuscivano a fornire ai candidati anche anticipazioni in merito alle tracce che sarebbero state loro sottoposte in occasione della prova scritta di inglese, preparandoli alla traduzione del testo che poi sarebbe stato oggetto della prova.

Le condotte illecite accertate nel corso delle indagini sono sfociate nel rilascio di titoli professionali marittimi legittimanti allo svolgimento di funzioni delicatissime, a bordo di navi da crociera o mercantili, come quelle di responsabile di guardia in coperta e in macchina durante la navigazione. Le investigazioni hanno, inoltre, portato alla luce gli interessi economici dell'amministratore del Centro internazionale di formazione marittima, e la sperequazione del patrimonio acquisito negli anni, che è stato sottoposto a sequestro.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità