Formazione, Grieco (Toscana): creare connessioni tra istituzioni

red/rus

Firenze, 25 ott. (askanews) - "La cosiddetta quarta rivoluzione industriale comporterà una sostanziale trasformazione del lavoro e addirittura dei diritti di cittadinanza. Pertanto, o questa cosa noi riusciremo a gestirla, o la dovremo subire. Ma se ci attrezzeremo per tempo, a cominciare dalla formazione, non ci troveremo in ritardo ed anzi potremo imboccare quella che, già oggi, sembra una via da seguire, che è il saper creare connessioni e sviluppare, come anche questo convegno dimostra, la collaborazione tra Istituzioni per dare risposte ai bisogni formativi ed occupazionali dei vari territori". Lo ha affermato, intervenendo al convegno "La formazione a Livorno" svolto al Cisternino di Città questa mattina, venerdì 25 ottobre, l'assessore a lavoro, formazione ed istruzione della Regione Toscana, Cristina Grieco, che assieme ad alcuni dirigenti e funzionari regionali ha presentato al seminario organizzato dal Comune di Livorno le iniziative della Regione, alcune delle quali condotte nel quadro del progetto Giovanisì, sui temi della formazione continua, dell'apprendistato, dell'alternanza scuola-lavoro e dei tirocini rivolti a giovani e meno giovani. "Ben venga dunque, anche alla luce di quanto emerso stamani, l'idea di un Patto tra la Regione e il Comune non solo per la formazione dei giovani ma anche per lo sviluppo del territorio", ha aggiunto l'assessore Grieco, che si è in ogni caso complimentata per il fatto che in sala fossero presenti rappresentanti di sindacati, università, scuole, agenzie formative, centri per l'impiego. In un'aula ampia ed affollata, dopo i saluti della vicesindaco di Livorno, Monica Mannucci, che ha sottolineato come la crisi abbia "colpito la città in modo duro" ma che "la nuova Giunta comunale vuole dare risposte concrete alle necessità del territorio", è stato l'assessore a Lavoro e formazione del Comune di Livorno, Gianfranco Simoncini, a chiarire lo scopo del convegno.(Segue)