Formazione: Treccani futura, al via progetto educativo gratuito 'Finanza e futuro'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 mag. (Labitalia) – A partire da maggio 2022 si apre il progetto educativo gratuito 'Finanza e futuro', sviluppato da Treccani Futura – nuovo polo di tecnologia educativa dell’Istituto dell’enciclopedia italiana, in collaborazione con Binance – il principale ecosistema blockchain e fornitore di infrastrutture per criptomonete del mondo. Il progetto, rivolto agli studenti universitari, promuove un approccio innovativo e critico al mondo della finanza nelle sue accezioni di tradizionale e decentralizzata. Realizzato con la partecipazione dell’università degli studi dell’Insubria, dell’università Cattolica di Milano, dell’università degli studi di Bari e dell’università Lumsa di Roma, il programma di studio 'Finanza e futuro' prevede un mix di teoria e pratica con lezioni on demand e hackathon che permetteranno agli studenti di ogni facoltà degli atenei coinvolti di approfondire la conoscenza della finanza centralizzata tradizionale e del suo ecosistema di istituzioni, intermediari e strumenti, per poi affrontare la finanza defi (decentralised finance), attraverso la conoscenza delle tecnologie ed ecosistemi su quali vive, dei possibili vantaggi, i casi d’uso, le applicazioni e le eventuali criticità.

Il progetto formativo prevede una prima fase teorica di tre lezioni formative on demand e asincrone a disposizione da metà maggio sulla piattaforma dedicata www.finanzaefuturo.com per gli studenti iscritti all’iniziativa tramite l’università e una seconda fase di attività pratiche con un hackathon di 4 ore in ogni università, durante le quali i ragazzi in team si metteranno alla prova facendo pratica sugli strumenti legati alla finanza decentralizzata.

Al termine delle 4 ore il loro lavoro verrà valutato da una giuria di specialisti che decreterà il gruppo vincitore. Tra gli esperti coinvolti, l’ad e direttore generale del Fondo italiano d’investimento Antonio Pace, il docente, esperto di digital payments e blockchain e autore di diverse pubblicazioni Roberto Garavaglia, il ceo di The Crypto-gateway Luca Boiardi, accanto a testimonianze ispirazionali legate al mondo accademico e finanziario.

“La finanza – afferma Andrea Dusi, ceo di Treccani Futura – permea ogni aspetto della nostra vita e della nostra società e lo sarà sempre di più nei prossimi anni. Conoscere ed essere consapevoli del presente e degli scenari futuri in questo ambito è ormai una necessità, se non un’urgenza. Con ‘Finanza e futuro’ desideriamo portare nelle Università maggior consapevolezza su questi temi, portando i ragazzi a meglio comprendere, anche con attività pratiche, come funziona oggi la finanza e quali saranno i suoi possibili sviluppi anche perché, nonostante tutti parlino di crypto, persiste in generale ancora molta confusione sul mondo della blockchain, soprattutto in Italia. Per questo abbiamo voluto che questo progetto fosse completamente gratuito e valido per l’intero ateneo, accessibile anche a chi non frequenta facoltà strettamente economiche. La partecipata collaborazione delle Università che hanno aderito al progetto e il contributo di Binance con la sua comprovata competenza tecnica nella DeFi ci hanno consentito di produrre un corso particolarmente innovativo nel metodo e nel contenuto”.

“Siamo orgogliosi – commenta Lorenzo Capone, country growth marketing manager di Binance – di annunciare la collaborazione con Treccani Futura per un progetto, unico nel suo genere, che offre agli studenti universitari italiani un corso sulla finanza tradizionale e decentralizzata insieme. Il mondo della finanza sta vivendo, infatti, una profonda evoluzione. In questo contesto, riteniamo fondamentale lavorare in prima linea per offrire strumenti che aiutino a colmare il ritardo in termini di educazione finanziaria che purtroppo l’Italia sconta da anni. Per questo motivo, continueremo a impegnarci per accrescere la conoscenza sulla finanza decentralizzata e su come sta cambiando quella tradizionale, consapevoli del ruolo centrale che giochiamo in questa partita. In Treccani Futura abbiamo trovato un partner che condivide questa missione e quindi un alleato prezioso. Ci terrei, infine, a ringraziare i docenti che hanno deciso di affiancarci in questo progetto e che si sono messi a disposizione degli studenti, oltre alle Università che hanno aderito all’iniziativa”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli