Formigoni: Io non mi dimetto, cose contestatemi sono insussistenti

Milano, 23 giu. (LaPresse) - "Io non mi dimetto e non mi dimetterò, perché le cose che mi sono contestate sono insussistenti". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia. A chi gli ha chiesto se sia pronto a fare un passo indietro, se dovesse risultare indagato, Formigoni ha detto: "assolutamente no, perchè le accuse che mi sono state presentate sono assolutamente false e ingiustificate".

"Se queste indagini fossero vere, sono pronto a difendermi, perchè queste accuse non corrispondono a verità", aggiunge il presidente di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, a proposito della notizia pubblicata dal 'Corriere della Sera', secondo cui sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sulla fondazione Maugeri. "Se queste indagini fossero vere - conclude Formigoni - raggiungerei la schiera dei miei colleghi presidenti di regione e amministratori del mio e dell'altro schieramento. Nessuno di questi miei colleghi certamente si è dimesso per un avviso di garanzia".

Ricerca

Le notizie del giorno