Formula E a Roma, all'EUR sampietrini coperti dall'asfalto: scoppia la polemica

L’asfaltatura (foto Twitter)

La gara di Formula E a Roma, in programma il 14 aprile 2018, è la prossima nel calendario della serie motoristica più in ascesa del momento. E a Roma scoppia il caso dei sampietrini.

Nel quartiere EUR, dove la gara avrà luogo, alcuni tratti pedonali, stradali e parcheggi normalmente in presenza di sampietrini sono stati ricoperti da asfalto, condizione necessaria per far correre delle auto da corsa in totale sicurezza e anche per farle sostare ai box, come in questo particolare caso romano. La cosa ha suscitato polemiche nonostante la misura sia del tutto temporanea e a costi contenutissimi se non minimi per l’amministrazione romana guidata dal sindaco Virginia Raggi.

Il giro dimostrativo nella Capitale (Getty)

L’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini, Daniele Frongia, ha assicurato: “Le gittate di asfalto sono temporanee e hanno avuto l’ok della Sovrintendenza. La stessa procedura è utilizzata nel circuito cittadino di Parigi davanti Les Invalides, dove il lastricato è simile ai sampietrini. L’operazione di asfaltare alcuni tratti davanti al Palazzo dei Congressi è stata concessa alla Formula E Operation (FEO), di concerto con il Dipartimento Lavori Pubblici e appunto la Sovrintendenza“.

Una misura necessaria e collaudata in varie città del mondo che hanno già ospitato gare della Formula E, dunque. Il campionato ha un successo straordinario e le risorse per occuparsi direttamente dell’asfaltatura e della rimozione ci sono. L’amministrazione ha inoltre una grande opportunità a livello turistico per sponsorizzarsi. Continua Frongia: “Cemento e asfalto poggiano su un apposito letto di sabbia: quando l’asfalto sarà rimosso, queste non avranno alcun impatto sui sampietrini che quindi, entro il 22 aprile, torneranno ripuliti“.

L’asfaltatura ad hoc per la gara, nonostante non sia compito dell’amministrazione, è stata criticata duramente sui social. In particolare è stato fatto notare come Roma non spenda nulla per le buche stradali, argomento centrale nelle cronache recenti. Certo non è colpa della Formula E se la viabilità romana è nello stato in cui è, e Alejandro Agag e compagnia non possono di sicuro asfaltare tutta la città.

La Formula E in Uruguay (Getty)

Per vedere il tracciato romano, guardate la nostra gallery.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità