Fornero: aumento Iva va evitato. Promesse? Debito inevitabile

Pol/Vep

Roma, 8 giu. (askanews) - "L'economia italiana oggi si sta già muovendo e bisogna fare attenzione a non distruggere quello che è stato già acquisito ma a continuare sulla strada che è doppia perché se tu sei fortemente indebitato, che tu sia una famiglia di poche persone o un grande paese devi fare attenzione a non fare nuovo debito. Allora, se noi mettiamo insieme le cose che sono state dette, inclusa la clausola di salvaguardia che va evitata, questo aumento dell'iva che va evitato e io sono assolutamente d'accordo, che va evitato però se noi mettiamo il non aumento dell'Iva". Lo ha detto Elsa Fornero, ex ministro del Lavoro, intervistata ad Agorà su Rai tre, in merito alle clausole di salvaguardia e sui punti presenti nel contratto di governo. "La flat tax, metta pure che debba partire in modo graduale, non siamo più al faccio tutto il primo giorno, era chiaramente una boutade che ha pagato in termini elettorali perché quando si mandano messaggi di tipo semplicistico, faccio tutto io non appena arrivo lì molta gente finisce per crederci - aggiunge la Fornero -. Io condivido che c'è bisogno di infrastrutture in modo particolare al sud, non mi sembra che questo governo abbia mostrato proposte precise per la diminuzione tra il divario che c'è tra le due parti del paese. Se mettiamo insieme tutto questo, ne ricaviamo maggiore spesa minore entrata e inevitabilmente un aumento del debito. Ora io non mi preoccupo cosa può pensare l'Europa sull'aumento del debito mi preoccupo delle conseguenze che questo ha e avrà sui nostri giovani, perché aumentare il debito vuol dire scaricare il peso di cose che vogliamo ora sulle generazioni future. Questo è quello che abbiamo fatto in passato".