Forse un appuntamento social e poi le botte da orbi interrotte dalla Polizia prontamente intervenuta

·2 minuto per la lettura
Una volante della Polizia
Una volante della Polizia

Rissa fra ragazzi a Roma vicino Villa Borghese, due fermi dopo che un appuntamento sui social era sfociato nella maxi scazzottata a cui ha messo freno la Polizia. La rissa è avvenuta nella serata di sabato 10 aprile nel bellissimo parco di Villa Borghese, al centro di Roma. Secondo le prime notizie che trapelano da fonti delle forze dell’ordine ad essere coinvolti in quella baruffa sarebbero stati circa 20 ragazzi. E purtroppo il bilancio è di quelli che di solito seguono tutti gli episodi in cui a farla da padrona è la violenza bruta e gratuita.

Rissa fra ragazzi a Roma: un ferito

Ci sarebbe infatti un ragazzo rimasto ferito al volto e, a contare il numero di partecipanti e la foga messa nel darsele, lo si può considerare un bilancio tutto sommato leggero; in altre circostanze e non molto tempo fa a Formia ci era scappato il morto. La rissa tra giovani è scoppiata intorno alle 19.30/20.00. A dare l’allarme è stata una passante che ha prima sentito il trambusto e poi visto materialmente un gruppo di ragazzi, tutti molto giovani, darsele di santa ragione in Viale Washington, nelle immediate adiacenze di Villa Borghese. Da lì ad allertare le volanti del commissariato di Trevi-Campo Marzio è stato un attimo.

Due giovani fermati dalla Polizia

Secondo quanto si è appreso, ci sarebbero un paio di ragazzi fermati per la rissa. Si tratterebbe di due 19enni la cui posizione è ora al vaglio. Sono in corso accertamenti della polizia per ricostruire l’accaduto e chiarire se i protagonisti si siano dati appuntamento sui social o se tutto sia nato a villa Borghese, ma pare, ancora con formula dibitativa, che alla base dell’episodio ci sia un precedente amplificato proprio dai social, come già accaduto nelle risse organizzate sempre a Roma vicino alla terrazza del Pincio. Le maxi risse fra giovani purtroppo sono un fenomeno che in Italia non recede.