Forse un malore alla guida dietro la tragedia in cui lungo la consolare ha perso la vita una 50enne

Sul posto dopo la tragedia la Polizia stradale
Sul posto dopo la tragedia la Polizia stradale

Un terribile incidente stradale tra un’auto ed un furgone si è verificato nelle ore del mattino di oggi, 30 maggio, a Spoleto: purtroppo una donna è morta sulla Flaminia. Forse ci potrebbe essere stato un malore alla guida dietro la tragedia in cui lungo la consolare ha perso la vita una donna. Il terribile schianto si è verificato intorno alle 8.45 lungo la vecchia Flaminia ed a perdere la vita in Umbria è stata una donna la cui vettura avrebbe impattato con violenza estrema contro un furgone. I media territoriali spiegano che l’incidente è avvenuto nella zona tra Cortaccione e Fabbreria.

Incidente tra auto e furgone a Spoleto

Per la precisione lo schianto si è verificato tra la rotatoria davanti all’oleificio Monini ed il distributore di benzina. Sempre secondo la descrizione dei primi “lanci” il conducente del furgone è rimasto ferito e dopo l’arrivo dei soccorritori del 118 è stato trasportato in ospedale in “codice 2”. Purtroppo la donna che era alla guida dell’auto è deceduta. Sull’età delle vittima ci sono state iniziali versioni discordanti ma pare che si tratti di una cinquantatreenne residente a Spoleto.

Strada chiusa al traffico per ore

La donna era alla guida di un’Audi in direzione Fabbreria e secondo alcune ipotesi tutte da confermare potrebbe essere stata colta da un malore che l’ha portata a perdere il controllo del veicolo, finendo contro il furgone. Sul luogo del sinistro sono arrivate a razzo pattuglie della polizia municipale per i rilievi del sinistro e della polizia stradale per la gestione della viabilità. Il tratto di strada Flaminia in questione è rimasto chiuso al traffico fino a mezzogiorno circa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli