Forte boato a Guidonia, tremano vetri e finestre: ipotesi boom sonico

forte boato guidonia

Paura a Guidonia, zona ad est di Roma, dove intorno alle 16:50 di venerdì 13 marzo 2020 è stato avvertito un forte boato che ha fatto tremare vetri e finestre. Secondo le prime indicazioni si tratterebbe di un boom sonico e non di un’esplosione o un terremoto.

Forte boato a Guidonia

Sono diverse le persone che lo hanno avvertito stando a quanto si legge sui social network dove hanno fornito le loro testimonianze. I più hanno spiegato di aver sentito un forte rumore durato pochi istanti ma abbastanza da far tremare vetri e lampadari. In molti poi hanno retwittato la notizia diffondendola.

Inizialmente si era pensato ad un terremoto, ipotesi però esclusa dato che l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia non ha rilevato alcuna scossa in quei minuti. Scartato dunque il movimento tellurico, anche se la vibrazione di finestre e pareti sembrava potesse derivare proprio da quello.

Si è quindi dedotto che possa essersi trattato di un boom sonico, ovvero di un superamento della barriera del suono. Il fenomeno ha luogo quando un oggetto che si muove in un fluido (per esempio un aereo) con velocità superiore a quella del suono genera delle onde d’urto. Esempi di ciò si hanno quando un aeroplano vola a velocità superiore a quella del suono in aria o anche quando si fa schioccare una frusta. In quest’ultimo caso è il suono prodotto dall’estremità della frusta che supera la barriera del suono e genera il boato. Si attende comunque la conferma da parte degli esperti sulle cause di quanto accaduto.