Forum Italia-Canada, le opportunità dell’AI per una new normality

·2 minuto per la lettura
Forum Italia-Canada, le opportunità dell’AI per una new normality
Forum Italia-Canada, le opportunità dell’AI per una new normality

Milano, 20 nov. (askanews) – Intelligenza artificiale e big data, armi contro la pandemia e veicoli “buoni” per adattare le nostre vite alla “nuova normalità”. Questi i concetti alla base del Business Forum Italia-Canada, evento interamente digitale promosso e organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Canada. Una tre giorni che ha visto la partecipazione di stakeholders, aziende e istituzioni con lo scopo di fare il punto sul tema dell’intelligenza artificiale e indirizzare il dialogo su questioni concrete, soprattutto dopo che la pandemia ha impresso una potente accelerazione alla richiesta di nuove tecnologie.

Si è anche parlato delle opportunità di collaborazione fra due eccellenze mondiali in questo campo, Canada e Italia, e in particolare Quebec ed Emilia Romagna, la data valley italiana. Una collaborazione dalle innumerovoli possibilità, come ha spiegato la professoressa Rita Cucchiara, che dirige il Laboratorio Nazionale CINI di Intelligenza Artificiale: “Sono su due i livelli. Il primo sulla ricerca scientifica, sull intelligenza artificiale. La zona del Quebec è dove il machine Learning è nato. E abbiamo già diversi contatti con loro e speriamo di poterli mantenere e migliorarli, visto che anche in Italia e in Emilia Romagna la ricerca scientifica è molto alta”.

“La seconda – ha aggiunto – è nelle applicazioni industriali e nella possibilità di utilizzare direttamente le nostre competenze in AI per le industrie del territorio che in alcuni casi sono simili e in altri complementari: sono simili per le necessità di mobilità e di produzione. E sono complementari perché penso per noi al Made in Italy e per loro ad attività di grande mobilità nelle aree che hanno. Penso che ci saranno molte possibilità di collaborare assieme”.

Cinque le aree tematiche trattate al forum: sanità, industria 4.0, logistica, smart mobility e salute. Tra le istituzioni sedute al tavolo del forum oltre alla regione Emilia Romagna – che negli ultimi anni ha effettuato investimenti pubblici per oltre 300 milioni di euro – anche la regione Lombardia, per avviare progetti concreti che possano essere sostenuti attraverso l intelligenza artificiale. Presenti anche molte aziende, interessate alle opportunità di scambio tra Italia e Canada. Pietro Leo, Chief Scientist and Research Strategist for Active Intelligence di Imb Italia: “Il forum è stata una iniziativa interessante che mette a confronto due principali ecossistemi di business e territori nei quali si investe parecchio in intelligenza artificiale, big data e tecnologie digitali in generale”.

“Ciò che è emerso di opportunità, dal mio punto di vista, nel forum è la possibilità di utilizzare entrambi i territori come teste di ponte per i rispettivi continenti. Da una parte per investire nell’intero nord America attraverso il Quebec, dall’altra attraverso questi territori, che sono la frontiera per l’AI, utilizzare per investire e cresre business per l’intera Europa”.