Forza Italia, Berlusconi non molla il timone

webinfo@adnkronos.com

Forza Italia resta nelle sue mani. Non è previsto alcun passaggio di testimone. Il presidente di Fi, Silvio Berlusconi, smentisce in un'intervista a 'La Repubblica' di voler lasciare le redini del partito. "Un passaggio di testimone in Forza Italia non è all’ordine del giorno. Dobbiamo riportare al voto i 7 milioni di italiani che oggi non votano ma che, a domanda, si definiscono liberali, moderati, conservatori. Questo - puntualizza - non significa naturalmente che Forza Italia non possa e non debba rinnovarsi ed allargarsi, anche per risalire da un livello di consenso elettorale non soddisfacente, ma comunque rilevante dopo i quattro colpi di stato subiti e le molteplici aggressioni giudiziarie di cui è stato vittima il suo leader".  

"La nostra presenza come colonna portante del centrodestra - aggiunge riferendosi al ruolo di Fi, anche in funzione dei rapporti con il Ppe - è assoluta garanzia del fatto che il prossimo governo avrà una politica costruttiva sull’Europa e non verrà meno a quei principi di democrazia liberale e di solidarietà europea e occidentale che d’altronde i nostri alleati hanno detto molte volte di condividere. In ogni caso saremo noi, che siamo parte del Partito popolare europeo, a vigilare sulla coerenza con questi valori".